lunedì 23 dicembre 2013

Caro babbo Natale...

Caro Babbo Natale,
penserai che sono troppo grande per scriverti una letterina e in effetti sarebbe vero ma dato che sono una sognatrice non ho mai smesso di credere in te ed ecco perchè  quest'anno ho deciso  scriverti anch'io...
In realtà non ho mai smesso di credere in te, caro Babbo Natale, perchè tu esisti, esisti eccome e altro non sei che lo spirito di bontà, solidarietà ed amore che colpisce, in questo periodo dell'anno, tutti i cuori, anche quelli più duri e insensibili.Noi essere umani fin dalla notte dei tempi per spiegare i nostri sentimenti, i nostri difetti, le
nostre mancanze abbiamo sempre sentito la necessità di antromoporfizzare quello che sentivamo.In passato, in un passato molto remoto, abbiamo creduto a degli dei che, simili a noi per aspetto, rappresentavano la nostra vanità, il nostro egocentrismo, il nostro desiderio d'amore ecc...così ci spiegavamo non solo le cattiverie che facevamo subire, ma anche quelle che subivamo...non eravamo noi ma gli dei che si divertivano con noi! Con il tempo gli dei dell'Olimpo ed i vari dei rappresentati dal Sole, dalla Terra, dalla Natura in genere sono stati sostituiti da un unico e solo Dio che non è più responsabile delle nostre cattiverie, è un Dio buono che ci ama e ci perdona sempre, nè di quelle che subiamo ma che è comunque responsabile delle nostre o altrui disgrazie, se non altro perchè sembra non guardare mai nella giusta direzione...Almeno questo è quello che amiamo raccontarci...in ogni caso noto che una particolare caratteristica umana è quella di avere delle difficoltà ad assumersi la responsabilità delle proprie azioni, nel bene e soprattutto nel male. Sento spesso dire che il mondo ultimamente è diventato più cattivo ma non ho mai sentito dire noi umani siamo diventati più cattivi...traslando la cattiveria generalizzata che pervade questo nostro mondo ad un generico"gli altri" è come se ognuno di noi pensasse di essere buono,  convinto che sono solo gli altri ad essere cattivi. Mi pare chiaro , caro Babbo Natale, che a questo punto i conti non tornano! Se ogni singolo abitante di questa nostra martoriata terra pensa di essere buono va da sè che nessuno sulle terra è cattivo eppure le cattiverie ci sono e sono tante, tantissime, troppe...Si va dalle inutili e mai cessate, fin dall'antichità, guerre tra popoli, ai soprusi e violenze di vario genere sulle donne, agli abusi, con fantasiose crudeltà, sugli animali, ad un generale egoismo che ignora che c'è una parte del mondo che muore di fame , ad una sorta di rifiuto per i nostri fratelli che va sotto il nome di razzismo, per arrivare infine al peggiore dei crimini, quello ai danni dei bambini...Bambini abusati fisicamente, psicologicamente, sessualmente; bambini costretti a lavorare fin da piccolissimi; bambini usati nella lotta tra genitori arrabbiati l'uno con l'altro... bambini a cui, via via che l'essere umano si è evoluto, è stata tolta la sola cosa che fa di ogni essere umano un adulto mentalmente sano e con sani principi:l'infanzia! So che queste cose tu le sai caro Babbo Natale, le vedi, ognuno di noi le vede ogni giorno: al telegiornale, sui social, nei discorsi in fila alla posta eppure siamo tutti convinti che siano sempre e solo gli altri i responsabili degli orrori a cui sono sottoposti giornalmente tanti esseri umani e non. No non è così, tutti noi siamo responsabili della cattiveria che c'è nel mondo, tutti noi abbiamo fatto diventare il mondo più cattivo, tutti noi alimentiamo e giustifichiamo questa cattiveria. Tutti noi...Nel corso dei secoli di evoluzione abbiamo perso il significato del "noi" ; abbiamo dimenticato che quello che ci ha permesso di evolverci è stato il vivere in funzione di noi: noi coppia, noi famiglia, noi tribù, noi villaggio, noi paese, noi città, noi stato...perdendo questa consapevolezza siamo arrivati a pensare all'"Io"...io padre, io madre, io figlio...IO IO IO !!!Ecco, credo che sia questa la vera cattiveria del mondo: il nostro egocentrismo, il nostro egoismo, la nostra vanità, la nostra avidità, il nostro individualismo che ci spinge tutti, nessuno escluso, a cercare, con ogni mezzo possibile, di primeggiare sugli altri.
Caro Babbo Natale,
magari mi sbaglio, non lo so ma tu lo saprai sicuramente se sbaglio o no...tu vedi nei cuori di tutti, tu sai com'è l'uomo in realtà e tu sai che non tutto è perduto. Ci siamo evoluti una volta lo possiamo fare una seconda. Certo è, che se continuiamo su questa strada ben presto ci annienteremo perchè il male non può che generare male ...Ecco perchè ho deciso di scriverti questa letterina,caro Babbo Natale, perchè vorrei che tu portassi in ogni cuore di ogni singolo abitante umano che c'è su questa terra la consapevolezza, l'obiettività, la coscienza del "Noi" ; vorrei che tu cercassi di far capire a noi umani che anche se non è possibile mantenere per un anno intero questo spirito di bontà e solidarietà e amore, è però possibile modificare il nostro modo di vedere il mondo; è però possibile pensare che niente, a parte la nostra vita, ci appartiene su questa terra; è però possibile pensare che siamo parte di un tutto e che questo tutto è parte di noi e che questo tutto va amato e rispettato così come ognuno di noi ama e rispetta se stesso.
Caro babbo Natale,
non è bontà, non è amore, non è generosità che ti chiedo di portare nel cuore di ognuno di noi , ma coscienza e consapevolezza e obiettività dalle quali potranno nascere l'amore e la solidarietà e con le quali potremo combattere, tutti insieme, con un unico "Noi", il male dilagante che sta divorando l'animo dell'essere umano...Ciao Babbo Natale, ti saluto con l'augurio che da questo momento in poi ognuno di noi possa diventare maggiormente responsabile del male che crede di non fare semplicemente perchè non abusa, non tortura e non uccide con le proprie mani.
Con i miei migliori auguri di Buon Natale a chi leggerà questa lettera
Rosanna Cira

18 commenti:

  1. Rosanna dolce, questo è un vero e proprio inno alla solidarietà, all'amore per gli altri, alla condivisione, che non esiste più o è falsamente travestita da ipocrisia allo stato puro..
    Per ritrovare il " Noi" importantissimo, dovremmo ritrovare prima di tutto noi stessi, la nostra interiorità così sottovalutata, far uscire il cuore, i pensieri e i sentimenti più intimi, per il nostro e l'altrui bene..
    Purtroppo io la vedo molto ardua, perchè siamo figli dell'egoismo, ma i miracoli ci possono sempre stare!
    Grazie di tutto Rosanna, della tua amicizia, della condivisione e di esserci!
    Ti stringo forte!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Carissima Nella è difficile certo e dici delle cose giustissime ma...aggiungi che i miracoli possono ancora esserci...e allora chiediamo tutti insieme e a gran voce questo miracolo a Babbo Natale, a Gesù Bambino, a noi stessi...magari non sarò io, non so tu quanti anni hai, a vedere questo miracolo, forse nemmeno i miei figli ma magari i figli dei miei figli si! Voglio crederci perchè l'alternativa è che i figli dei miei figli o i loro figli possano vedere un mondo ancora peggiore...quindi si credo che i miracoli ci posso sempre stare!
      Ciao carissima, un abbraccio e grazie...

      Elimina
  2. Risposte
    1. Maurizio è un onore e un piacere leggere qui il tuo WOW...
      ciao e grazie ;-)

      Elimina
  3. Che desiderio di autentica umanità! È vero, se smettiamo di vedere l'orrore e gli errori negli altri e di focalizzare invece la mediocrità in noi stessi, già siamo sulla buona strada.
    Consapevolezza e lavorare per uscire dal nostro confortevole perimetro e osare faranno il resto per costruire un noi sociale fondato sul rispetto e la reciprocità. Duro impegno per non rimanere nella statisticitá. Quanto dura? Tutto una vita, ma non importa. L'importante è iniziare. Grazie Rosanna di aver chiesto questo bene per tutti noi.
    Angelo Mottola

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Angelo, miuo caro amico grazie a te per le sempre bellissime parole e per la tua disponibilità...Un impegno lungo una vita dici, si certo...Io sono a più di metà percorso della mia vita ed è per questo che posso permettermi certe riflessioni...però ho cercato di trasmetterle ai miei figli. Io ho seminato, l'esperienza di vita farà fiorire e i loro figli raccoglieranno i frutti...è così che funziona non credi?Quindi speriamo che a forza di educare, dopo aver educato noi stessi, i nostri figli si possa, generazione dopo generazione, avere un mondo migliore...speriamo che questo bene per l'umanità arrivi, piano piano, goccia a goccia ma arrivi...
      Ciao Angelo e grazie ancora...

      Elimina
  4. Fa piacere, leggere che ti consideri anche Tu una Sognatrice e mi dispiace solo di non conoscere il tuo nome... lo so che molti preferiscono usare il nickname ma nei miei Rapporti virtuali ho sempre cercato di saperlo per potervi identificare mentalmente.
    Non ci conosciamo, ma avremo tempo per provare a farlo in quanto leggendo la tua letterina ho ritrovato i miei pensieri su molte delle nostre incongruenze e a tal scopo ti lascio il link del video che usai due anni fa in questo periodo nel mio vlog Sogni...
    Sereno Natale. :-) Mauri

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Scusa se m'intrometto, ma se non conosci il nome di Giunone, è forse xkè non hai letto il suo scritto fino in fondo, visto ke l'ha persino firmato!! ))

      Elimina
    2. Accidenti, i primi sintomi della senilità iniziano a farsi sentire...hai perfettamente ragione Rosanna si era firmata in calce ma non l'avevo notato e ti assicuro che avevo letto tutto oltre ad aver poi scruato la scheda Su di me e quindi non sei Tu che devi scusarti ma eventualmente Io nei confronti della Fata di questo Blog e ringraziarti per l'avvertimento. :-)

      Elimina
    3. Ciao Mauri grazie per la segnalazione del video...bellissimo...l'ho ricondiviso ma lo troverai perchè ti ho segnalato nella ricondivisione.Se mi fai avere il link del tuo blog sarò felice di dargli un'occhiata, sai tra sognatori eh eh eh...
      ciao e grazie

      Elimina
    4. Ah Mauri dimenticavo...grazie per il complimento e stai tranquillo anche a me la senilità comincia a giocare brutti scherzi( oddio non che sia così...senile diciamo ahahah)
      ciao :-)))

      Elimina
    5. Ciao Rosanna, quando ti proposi il video preferii farlo direttamente su YouTube in quanto non amo le imposizioni e poi pensai se si incurosisce è facile trovare la la via che conduce a Sogni (adesso è lincato...) se trovi il tempo per passare non fermarti di fronte a ciò che non conosci ma segui i più di trenta sentieri e non limitarti a guardare ma ascolta con il cuore...se poi ti ritroverai bene e ritornerai, significherà che il mio obiettivo di base è stato raggiunto. _/|\_

      Elimina
    6. Mauri grazie, un grazie sincero e di cuore...ho seguito il tuo consiglio ed ho sbirciato qua e là tra i trenta sentieri...molti li conosco sono simili ai miei percorsi ed un paio li ho condivisi con i miei amici, le belle cose si condividono sempre con piacere con gli altri, con gli amici. Li ho usati per fare ai miei amici gli auguri di buon anno, spero mi perdonerai se ho usato i tuoi bellissimi video...Complimenti i tuoi sentieri sono un piacere da percorrere, mi sono iscritta con piacere al tuo bellissimo blog quindi tornerò a trovarti, e, spero non ti dispiacerà se utilizzerò ancora le tue scelte per i miei pensieri...
      Ciao e ancora grazie amico mio...

      Elimina
  5. Se il Mondo è diventato cattivo, è solo xkè gli uomini in realtà lo son sempre stati, ma prima non c'era tutta l'informazione di cui ora disponiamo, quindi di conseguenza ci sembra ke tutto si sia guastato, ma è vero solo ai nostri okki, mentre la triste, tristissima realtà è ke è sempre stato così nella storia dell'umanità, in 1 inarrestabile crescendo d'umana involuzione, ahimè... (((
    E su queste note di "speranza" ti lascio ank'io i miei migliori auguri di buone feste 2013, oltre ad 1 migliore 2014, tanto son solo sterili parole vuote, visto ke non può ke andar peggio... perdonami, ma sto attraversando 1 periodo davvero brutto interiormente, di totale delusione & depressione... ke sia il S.Natale?! bah...

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao Fiore carissima amica mia...lascio stare il commento, come mi hai chiesto, ma ti saluto con un abbraccio e un bacione...tutto passa nella vita, per fortuna :-)))
      ciao e grazie....

      Elimina
  6. Cara Giunone, io non sono ottimista come te! Hai detto cose giustissime così come le hanno dette anche i tuoi lettori che ti hanno risposto. Vedo però un mondo che sta implodendo nella sua grettezza e nella sua mediocrità. Quando bambini, preadolescenti, adolescenti sono capaci di compiere certi gesti, gesti che vanno dall'isolare chi non la pensa come loro allo sfotterlo fino a costringerlo al suicidio, gesti che vanno dal picchiare qualcuno perchè non ha offerto loro una sigaretta al dare fuoco agli homeless e agli animali.... non posso essere ottimista.
    Giustamente questi giovani da qualcuno hanno imparato. Giustamente questi giovani hanno anche avuto genitori che nulla hanno insegnato loro, nella di buono per lo meno, però sono triste e sconsolata lo stesso. Temo per il futuro di mia figlia e dei suoi eventuali figli e nipoti. Sarà, che facendo un confronto tra i miei e i suoi 24 anni ho notato una differenza notevole nel mondo che ci circonda. Una differenza in peggio.
    Più falsità nei rapporti di tutti i generi, più egoismo, meno empatia, meno solidarietà.
    E tutto quello che sotto le festività natalizie viene ribaltato... scusa, ma è una presa in giro. Non serve essere buoni e solidali a Natale e poi fregarsene per i restanti 364 giorni.
    Eppure è questo che capita. A partire dalle famiglie, dal clan di amicizie, dai colleghi di lavoro.... invidia, cattiveria falsità.....
    Sì, sono decisamente pessimista!
    Un bacione ed una augurio di buon anno, visto che ormai il Natale è passato e spero bene. Ciao

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao Patricia hai perfettamente ragione non serve essere buoni e solidali a Natale per poi agire con egoismo presunzione ed avidità il resto dell'anno...ecco perchè ho parlato di obiettività, di consapevolezza, di Noi...solo prendendo coscienza che gli altri siamo Noi, che i figli degli altri sono i nostri figli, che il male che fanno gli altri lo facciamo anche Noi, magari solo perchè ci giriamo dall'altra parte o difendiamo chi lo ha fatto, potremo interrompere questa implosione che ci porterà a distruggerci e potremo evolvere nuovamente...Ottimista dici, si certo lo sono e sono anche una sognatrice ma vorrei tanto che quanto spero e predico qui e altrove, con i miei figli ,con i miei amici, possa diventare una realtà. Processo lungo e doloroso certo ma piano piano confido che gli umani possano riscoprirsi tali e non continuare su questa strada del degrado e della bestialità...Magari non saremo nè io nè tu a vedere questo cambio di rotta ma chissà...i figli dei nostri figli, o i figli dei figli...io lo spero...
      ciao e grazie...;-)

      Elimina