sabato 14 dicembre 2013

Maleducati? No grazie...

Sembra proprio che il web, oltre che un mondo virtuale, sia anche un mondo artefatto dove ognuno si costruisce la propria personale realtà. Complice uno schermo, che ci permette di parlare con chiunque in qualunque momento e senza guardarlo negli occhi, ci troviamo a non dire, o a dire troppo o a dire verità che sono solo nostre ma che in realtà non esistono...Ok credo che ognuno abbia il diritto di far credere o non credere, di sè, quello che vuole...credo che ognuno abbia il diritto di dire troppo o troppo poco o niente di sè...credo che ognuno abbia il diritto di raccontare , su se stesso, le favole che maggiormente lo gratificano ma solo se...solo se la cosa avviene sempre all'insegna del rispetto e della buona educazione. Sembra infatti che il web tenda, anche, a portare alla luce il peggio di ognuno di noi; con troppa facilità si tendono a dimenticare i principi basilari di quella che una volta, era considerata "buona educazione"!Nella vita reale è decisamente più facile evitare le persone maleducate, o comunque arginare i danni che possono provocarci, sul web, o meglio sui social, la cosa è alquanto e decisamente più difficile!!!Proprio qualche giorno fa leggevo che secondo una ricerca condotta da "VitalSmarts", società di consulenza aziendale, ben il 78%degli intervistati denuncia un aumento della maleducazione sui social...E' una percentuale veramente molto, troppo, elevata e si potrebbe pensare che 3/4 della popolazione mondiale sia maleducata...In realtà non è proprio così. Dietro questo strano aumento della scortesia virtuale ci sono delle persone che si collegano e agiscono sui social proprio con l'intento di far dilagare maleducazione, scontento, sconforto e quant'altro possa danneggiare non solo l'immagine pubblica di una persona, ma anche la sua giornata reale, poichè creano, in soggetti particolarmente fragili e sensibili, un ciclo di negatività che porta via via malumore, sconforto, ansia ...insomma questi "haters", così sono conosciuti sul web, sono capaci, con brevi ma efficaci commenti velenosi, non solo di rovinarti la giornata ma anche di far calare di molti punti la tua autostima con tutte le conseguenze che questo comporta.Solitamente si tratta di persone negative, tendenti al pessimismo e con una scarsa autostima di sè, oltre che una personalità fragile e insicura; un cocktail micidiale che li spinge, per sentirsi migliori e più forti, a cercare di sminuire gli altri.Naturalmente è possibile difendersi da queste e altre persone variamente maleducate con poche semplici accortezze. 
1) Ignorarli. Solitamente ignorare qualcuno che è aggressivo senza un vero motivo ma solo per il            piacere di farlo, è già un buon sistema per evitare di cadere nella trappola dell'aggressività. Alla          fine se si vedono ignorati dopo un pò smetteranno di fare commenti inutilmente aggressivi o derisori. 
2) Se fanno una critica sterile o un insulto gratuito meglio rispondere dopo qualche tempo con un post privato, piuttosto che rispondere a tono presi dall'onda della rabbia che loro hanno scatenato su di noi.
3) Se ci viene mossa una critica a qualche nostro pensiero o fatto della nostra vita, per difenderci 
possiamo citare frasi o pensieri di personaggi noti. La notorietà ha solitamente un potere comunicativo molto forte.
4) Sorprendere e disarmare un maleducato con l'ironia è sempre una buona arma. Se ad una battutaccia,
 una volgarità rispondiamo, per esempio, con uno smile o con una battuta facciamo capire all'hater che ha fallito: il suo intento era quello di ferire o offendere, ok non c'è riuscito !
5) Ultima possibilità...chiudere per sempre la comunicazione con queste persone, allontanandole dal 
nostro giro di amici virtuali...
Ecco questi sono i semplici consigli dati da una psicologa per cercare di arginare persone maleducate e negative che possono, anche senza conoscerci nè far parte della nostra vita reale, influenzare il nostro umore e quindi la nostra realtà. Poche semplici accortezze che alla fine indicano la sola strada possibile: il non reagire alla maleducazione, alla stupidità, alla cattiveria...Ovviamente non sempre è possibile ignorare e non reagire a certi commenti ma va da sè che nel caso sia necessaria o consigliata una qualunque risposta questa dovrebbe sempre essere all'insegna della massima cortesia e positività, così da interrompere quell'inutile ciclo di maleducazione che sembra dilagare sul web; in fondo se questi "haters" hanno tanta presa su di noi è solo perchè siamo noi a permetterlo!
La buona educazione consiste nel nascondere quanto bene pensiamo di noi stessi e quanto male degli altri.
( Mark Twain)

2 commenti:

  1. Mi hai rammentato, un individuo che imperversava nei forum di Libero con il nick unuomospeciale (o qualcosa di simile) e ce l'aveva con Voi Fanciulle ma non disdegnava neppure di prendersela con l'altra metà del cielo con cui dopo aver capito gli intenti inconcludenti si evitava semplicemente di controbattere.
    Poi, vi erano anche coloro che per stupidità se la prendevano con i blogger attraverso commenti oltraggiosi e messaggi privati come ho potuto constatare.
    Sarà, che non mi è mai piaciuto recitare una parte in quanto anche se non ci si vede con il tempo la fiducia la si conquista solo con l'onestà e la sincerità ma non ho mai capito quali profitti psicologici potessero trarre coloro che lo facevano.
    :-) Mauri

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao Mauri...Gli stessi profitti che gente così ottiene nella vita reale...sminuendo o insultando gli altri fino a farli uscire dai gangheri si sentono più forti, capaci, intelligenti...solitamente sono persone deboli che non conoscono altro linguaggio che quello di offendere o aggredire...nella vita reale il confronto a viso aperto li limita alquanto ma su internet, la mancanza di visibilità li rende oltremodo coraggiosi, se di coraggio si può parlare...mah bisogna cercare di avere pazienza e sangue fresso, sui social forse più che altrove
      Ciao Mauri e grazie...

      Elimina